L’Associazione

L’Associazione Italiana Collezionisti Macchine per Scrivere da Calcolo e da Ufficio in Genere d’Epoca è composta da Soci provenienti dai più svariati settori; il nucleo principale è rappresentato, tuttavia, da persone che lavorano nel campo dell’ equipement da ufficio, tecnici o preposti all’ assistenza clienti.

Lo scopo che si prefigge l’ Associazione non è solo la divulgazione e la promozione di questo tipo di collezionismo in senso stretto. Il fine a lungo termine è quello di promuovere e divulgare gli aspetti culturali, storici e sociali, collegati agli strumenti in oggetto.

Non a caso, infatti, l’ Associazione ha scelto come logo ed emblema il Cembalo Scrivano, inventato dall’Avv. Giuseppe Ravizza di Novara; in tal modo si è voluto consacrare la priorità italiana di questa invenzione. Ravizza ottenne il rilascio del brevetto il 14 settembre 1855, una priorità che, purtroppo non viene da tutti riconosciuta in campo internazionale.

L’Associazione si propone come organizzazione informativa e conoscitiva che serva a trasmettere ai giovani un patrimonio di conoscenze legato alla macchina per ufficio e alla sua storia. Attraverso il Club si mira allo scambio di notizie relative agli esemplari posseduti dai Soci, il materiale didattico e informativo, con la finalità ultima di redigere un catalogo generale delle macchine prodotte in Italia.

Facilitando i contatti tra i Soci, è possibile permettere una maggiore circolazione di informazioni sulla reperibilità dei pezzi di ricambio e sull’ ubicazione dei riparatori.

L’ Associazione fornisce inoltre ai propri iscritti una sorta di vademecum del collezionista, una serie di suggerimenti e consigli di carattere generale validi per l’ acquisto, la manutenzione e la catalogazione dei pezzi collezionati, evitando in tal modo la possibilità della speculazione commerciale.

Ogni Socio viene, infine, invitato a collaborare alla crescita del Club e alla realizzazione dei suoi fini, tra cui rientrano l’ organizzazione di manifestazioni e mostre, un’ asta annuale tra Soci, la collaborazione e lo scambio di informazioni a livello internazionale e infine, la creazione di un museo dedicato a Giuseppe Ravizza.

L’ Associazione pubblica un bollettino informativo alla cui redazione tutti i Soci sono invitati a collaborare.

Nei suoi primi anni di attività, l’ Associazione ha raggiunto traguardi importanti e tenuto fede ai propri principi animatori; altri risultati arriveranno con il tempo, e, forse, con un po’ di pazienza, buona volontà e molta collaborazione, anche il sogno del Museo per Ravizza, potrà realizzarsi.

Il motto dell’ Associazione è : “Perché i giovani imparino e i ‘meno giovani’ non dimentichino cosa ha rappresentato storicamente, culturalmente, socialmente l’ invenzione della macchina per scrivere”.

Se volete saperne di più, potete rivolgerVi alla Segreteria dell’ Associazione ( solo il lunedì ore 15.00-18.00 )
Pierantonio Casagrande Viale Montello 13 Busto Arsizio ( VA ), telefono 345-7221714, fax 0331-636576