Hermes Baby, macchine svizzere in mostra

Rimarrà visitabile fino al maggio 2018 la mostra dedicata alle macchine Hermes in corso presso il museo delle macchine per scrivere a Parcines (Bolzano).

L’inaugurazione si è svolta il 15 luglio alla presenza di un discreto pubblico. Il sindaco Albert Gögele ha salutato i presenti ringraziando non solo il curatore, ma anche i volontari e tutti i collaboratori del museo.

Ewald Lassnig, l’ex assessore alla cultura e “padre” del museo delle macchine da scrivere, oltre a congratularsi per la mostra, ha presentato il nuovo catalogo del museo, pubblicato di recente.

“Hermes messaggero divino alpino. La Svizzera e le sue macchine per scrivere” è il titolo della mostra curata da Georg Sommeregger, nativo di Carinzia e residente a Basilia, da pochi mesi nostro socio.

Il curatore ha puntato molto sul modello Hermes Baby, (sviluppato dal milanese Giuseppe Prezioso), una delle più piccole ma complete macchine mai realizzate. La Svizzera grazie alla Hermes Baby, a partire dagli anni ’30 fu per molto tempo al terzo posto degli esportatori di macchine da scrivere (dopo Stati Uniti e Germania).

Nella mostra vi sono circa 100 esemplari: si parte dai primitivi tentativi di fine ‘800 fino a macchine degli anni ’80 del secolo scorso, tra cui alcuni oggetti molto rari e preziosi prestati da collezionisti privati e dal museo delle cartiere di Basilea. La mostra sarà visitabile fino a 20 maggio 2018, in concomitanza con l’incontro biennale con i collezionisti europei che si terrà dal 18 al 20 maggio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *